Abbronzatura senza scottature! LO SAPEVI CHE...

01:26 Grace Shee 4 Comments

Piccole ladies oggi son stata al mare e per la seconda volta sono tornata a casa senza rossori o scottature, ma comunque abbronzata più di quanto avrei potuto ottenere scottandomi.
Il tutto nonostante il fatto di aver limitato l'esposizione al sole.
Il merito va anche a questa crema, che si sta dimostrando molto valida!

[defence sundi bionike, barriera UV (oltre i 50 spf)]
Tutto questo per dirvi di proteggervi: è una legenda il fatto che una crema solare molto alta non vi faccia venire una bella tintarella.
Vi dico la verità invece, che l'abbronzatura si ottiene molto più facilmente.
Il fatto è semplice:  se non mettiamo la crema solare potremmo ustionarci ( a prescindere dal dolore o meno, l'epidermide resta lesa dai raggi UVA e UVB) e il cambio della pelle avverrà più in fretta.
Di questo passo ogni volta che vi abbronzate senza protezione paradossalmente perdete un po' di abbronzatura (e non solo).
Usando una protezione alta almeno evitate dolori (per le pelli più chiare), macchie sul corpo e invecchiamento precoce della pelle. Meglio no?
Ovviamente la parte delle scottature riguarda le persone più predisposte, tipo la sottoscritta.

Beh, detto questo vi auguro buone vacanze- che tra l'altro sono giunte finalmente anche per me!- e buona esposizione al sole!

---N.B.: Il prodotto in foto è di mia proprietà ed è stato acquistato da me, non mi regala niente nessuno (in riferimento alle aziende e alle loro ultime trovate di marketing!).

Vi lascio con alcune chicche...

Questione di numeri...

48 ore: è il tempo che occorre alla melanina (il pigmento che la nostra pelle produce per difenderci dai raggi del sole, lo stesso pigmento che determina la tintarella) per "manifestarsi" sulla superficie epidermica. I risultati di un bagno di sole, quindi, si notano dopo un paio di giorni.

2 ore: E' la durata media delle creme solari sulla pelle. Attrito con il telo, sabbia e calore le eliminano e , anche se sono più fotostabili di una volta, le deteriorano. Le waterproof resistono di più al tuffo, ma appena usciti dall'acqua bisogna riapplicarle subito.

15 minuti: il tempo di esposizione a pelle nuda senza scottarsi (riguardante il fototipo 3, cioè castano/a e occhi castani/verdi). 
Come si fa a calcolare questo tempo di eritema? Una indicazione molto generica può essere quella di calcolare una esposizione di 5 minuti per il primo giorno per il fototipo 1, aumentando 5 minuti per ogni fototipo (10 minuti per il 2, 15 per il 3 e così di seguito) e di 5 minuti ogni giorno successivo. Così ad esempio se la nostra pelle è del fototipo 3 il primo giorno potremo rimanere al sole senza protezione per soli 15 minuti.

4 commenti:

  1. concordo pienamente...io solitamente uso il solari Avene SPF 50...viso e corpo e mi ci trovo molto bene...quest'anno ero curiosa di provare anche quelli Bionike...visto che è un'ottima marca

    RispondiElimina
  2. Concordo: non è necessariamente vero che spataccarsi sotto il sole quando il caldo è eccessivo - per di più senza protezione - equivalga ad abbronzarsi prima. Io quando l'ho fatto mi sono bruciata nel 90% dei casi e decisamente non vale la pena prendere un po' di colore, per poi vederlo andare via a pezzi quando si comincia a spellare -_-

    RispondiElimina
  3. Già, a chi lo dici!
    Il fatto è che la maggioranza delle persoone pretende un abbronzatura mohicana con la velocità di una lampada, non capendo di stare solo facendosi del male u.u io con la protezione 50 e sotto l'ombrellone perennemente ho ottenuto molto di più che con giornate di bagni di sole :)

    RispondiElimina

Grazie per la visita, leggere i vostri commenti è sempre un piacere. ♥